sabato 17 agosto 2013

Fascisti

L'Italia è piena di fascisti, sono ovunque. Sono saltati fuori tutti dal loro antro in cui si erano rintanati dopo la guerra, e non hanno più paura di farsi vedere in pubblico, di propagandare le loro idee apertamente, di proporre cose che in un paese democratico sarebbero impensabili.

Fare la lista delle cose successe in questi ultimi anni sarebbe impossibile. Alcuni esempi:

1) un vicepresidente del senato che da dell'orango a un ministro della repubblica, e non sente la necessità di dimettersi; e il capo del suo partito, che è anche presidente della più ricca regione d'Italia, lascia tranquillamente fare con noncuranza.

2) Il mausoleo di Affile;

3) Il vice primo ministro che mente di fronte al parlamento e non pensa neanche a scusarsi, figurarsi a dimettersi. E poi tutta la gestione del caso, a metà fra l'atto mafioso e quello fascista;

4) La gestione della nostra politica estera, saldamente in mano a gente di destra, e i risultati si vedono: dalla gestione del caso marò in India, al caso Ablyazov, all'ultima sconcertante foto dell'ambasciata italiana in Egitto;

5) Un famoso politologo rincretinisce e comincia a scrivere robaccia pericolosamente fascista sul più importante giornale italiano, senza che la direzione del giornale abbia qualcosa da ridire.

Per non parlare dei vari gruppuscoli politici fascisti che hanno blog, pagine su facebook, siti web, ecc. Per non parlare di un partito ormai grande e influente al cui capo c'è un ex-comico dalle idee pericolosamente di destra.

E non ho neanche cominciato a parlare di Berlusconi e del suo entourage. Insomma, in Italia non c'è più da vergognarsi ad esprimere pensieri fascisti e razzisti.

Un sentito grazie a Berlusconi anche per questo.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.