sabato 23 ottobre 2010

Fondi di ricerca

In un post precedente vi avevo detto del bando "Futuro in ricerca" del ministero, che ha dei requisito piuttosto stringenti, eufemisticamente parlando. Infatti, già nella pagina web si enunciano i requisiti per partecipare:
Riservati a dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati, che non abbiano compiuto il 32° anno di età alla data di scadenza del bando e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca da più di 2 anni e da meno di 6 anni
oppure
Riservati a dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati, che non abbiano compiuto il 36° anno di età alla data di scadenza del bando e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca da più di 6 anni e da meno di 10 anni
o infine:
Riservati a giovani docenti o ricercatori che non abbiano compiuto il 40° anno alla data di scadenza del bando, già strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR

Inoltre: per le prime due linee di intervento, è richiesto che il proponente abbia almeno 3 pubblicazioni ISI; per l'ultima linea invece no. Strano, vero?

In seguito alle numerose lamentele sui requisiti di accesso, mi è arrivata questa e-mail da parte della nostra segreteria:
abbiamo rivolto un quesito al responsabile del procedimento del Bando 2010 Firb Futuro in Ricerca sulla severità dei requisiti di accesso (limiti di età e di conseguimento dottorato) del bando stesso.
Il responsabile, Ing. Mauro Massulli, ha comunicato che il bando in argomento è teso a privilegiare solo talune categorie di giovani, tuttavia ha anche constatato che una certa fascia intermedia di giovani ricercatori rimane svantaggiata.
Conclude con queste parole che riporto in versione integrale: < Ciò non esclude che al bando attuale possano essere apportate modifiche tese ad attenuare la severità dei requisiti di accesso> ed inoltre aggiunge che con i prossimi bandi, coloro che oggi risultano esclusi, potranno direttamente presentare un progetto, oltre che partecipare a quelli presentati da altri.
Non so se le parole sono state riportate correttamente, ma l'ing. Massulli sembra adombrare un cambio in corsa dei requisiti, cosa che mi sembra sinceramente poco probabile. E poi dice che chi è rimasto fuori potrà partecipare ai progetti degli altri (ah ah).

Infine, ecco un estratto dell'e-mail di uno dei miei colleghi docenti:
In realta' qui non si tratta di privilegiare alcune categorie come dice il direttore Ing. Masulli, ma di un bando DISCRIMINATORIO in base all'eta'. Infatti la matematica e' semplice. Esempio Linea intervento 1 budget 10 milioni: Ammessi non strutturati fino a 32 con almeno 2 anni post-dottorato e 3 pubblicazioni; linea intervento 2 budget 20 milioni: ammessi non strutturati fino a 36anni con almeno 6 anni di post-dottorato 6 pubblicazioni; linea intervento 3 budget 20 milioni: ricercatori fino a 40 anni. Facendo due conti: 19 anni inizio percorso universitario + 5 anni laurea quinquennale + 3 anni dottorato + 6 anni post-doc = 33 anni, se tutto e' filato liscio, compresa la difesa del dottorato entro la magica data di scadenza del bando ovvero Novembre 2010. Evidentemente i giovani da 32+1 giorno a 33-34 anni NON possono partecipare. Chiedo ai colleghi giuristi se ci sono margini per mettere in discussione il bando stesso. L'altro aspetto "peculiare" è che per le linee di intervento 1 e 2 i criteri sono stringenti, ovvero almeno 3 o 6 pubblicazioni su riviste ISI mentre per i ricercatori scompaiono le richieste di pubblicazioni!

A mio avviso il fatto che l'Ing Masulli ammetta che "Ciò non esclude che al bando attuale possano essere apportate modifiche tese ad attenuare la severità dei requisiti" suggerisce che si siano accorti che il bando così com'è non va bene. Di conseguenza ritengo fondamentale che si eserciti una forte pressione, ad es. coinvolgendo la CRUI e/o sommergendo di e-mail la casella di Masulli. Ritengo inoltre che la cosa sia dovuta per i nostri giovani, alcuni dei quali gia' scottati dalla gestione avventurosa del bando Firb giovani precedente. Ho sentito da più voci uno scoramento e una voglia di "abbandonare" che mi ha molto preoccupato.
Naturalmente, la suddetta e-mail ha ricevuto il plauso di tutti noi. Se volete unirvi nella protesta, non avete che da farmelo sapere.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.