venerdì 2 maggio 2014

Lettera al ministro

L'altro ieri, copiando l'idea di un'amica di social network, ho spedito questa e-mail:

Alla cortese attenzione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e
del Ministro dell’Interno incaricato Angelino Alfano

Egregio Ministro,

mi chiamo Giuseppe Lipari e sono un cittadino italiano. Vorrei con questa lettera esprimerLe il mio disagio e la mia indignazione per i fatti accaduti ieri alla riunione del sindacato di polizia SAP: membri delle forze dell'ordine, che hanno la responsabilità e il dovere di rappresentare lo stato italiano degnamente e dignitosamente, e di difendere noi cittadini vigilando sul rispetto della legge, hanno con il loro gesto simbolico offeso una madre, infangato l'onore del loro corpo, e gettato fango sullo stato intero.

Le istituzioni hanno finora risposto a questo indifendibile atto con fermezza. Mi auguro che non ci si fermi a dei gesti simbolici di condanna, ma che si mettano in atto tutti gli strumenti che la legge italiana e i regolamenti del corpo di polizia prevedono per reprimere adeguatamente, affinchè non si ripetano, episodi così vergognosi.

Distinti saluti

Pisa, li 30/04/2014

Giuseppe Lipari


Lo so che probabilmente la mia lettera non servirà a niente. Ma credo sia dovere di ogni cittadino protestare democraticamente, anche con delle semplici lettere intestate con nome e cognome. Dovremmo farlo tutti più spesso.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.