martedì 3 gennaio 2012

Aumenti

Come forse saprete, sono socio fondatore di una piccola azienda.

Il nostro amministratore ci ha comunicato oggi che Unicredit (ma probabilmente tutte le banche stanno facendo lo stesso) ci aumenterà il tasso di interesse sul credito di circa 1.5%. Prima era euribor 3M+4,9, ora passa a euribor 3M+6,4.

Un bell'aumentino, non c'è che dire. Ben arrivato 2012!

3 commenti:

  1. Mi spiace dirlo, ma con l'aumento delle tasse si risana poco, perché i suoi effetti sono recessivi. Bisognava forse partire con le liberalizzazioni, con la vendita del patrimonio pubblico (partecipate, ecc) e con tagli veri alle spese improduttive: ma Monti non ha avuto il tempo e, ovviamente, non può non tener conto del parlamento, queste sono le uniche attenuanti che gli riconosco.

    P.S.: e la patrimoniale??

    RispondiElimina
  2. Però con il caso del post, Monti non c'entra niente. Qui è la banca che applica un tasso eccessivamente alto (6,4% in più dell'Euribor!!).
    Ne discutevo oggi con un collega: il settore pubblico italiano fa schifo... ma non è che il privato italiano sia molto migliore, anzi... molte aziende italiane sono parassite come e più del pubblico!

    RispondiElimina
  3. Incredibile, hai ragione, non so (non ricordo) cosa avessi in mente.
    Forse volevo dire che le tasse hanno effetti recessivi e che quindi non possono con il loro aumento migliorare i nostri conti pubblici e che di conseguenza lo spread è destinato a rimanere alto, e che perciò i tassi bancari non possono che aumentare?
    Ma non ho scritto nulla di tutto ciò! :D
    Mah, chiedo scusa :)

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.