sabato 16 aprile 2011

La coda di paglia del Corriere

Grazie a "non è una cosa seria", ho seguito il dibattito sulle proposte politiche del PD. Antefatto:

1) Ernesto Galli della Loggia rimprovera per l'ennesima volta al PD di non avere proposte politiche.
2) Roberto Seghetti, capo ufficio stampa del PD, gli rimprovera che non è vero, le proposte ci sono e lui non le conosce
3) EGDL risponde dicendo che lui sui giornali non le ha viste
3a) Fa notare giustamente nonèunacosa seria che in realtà un editorialista pagato, per di più storico di professione, dovrebbe forse cercare un po' più in profondità, e comunque qualcosina sui giornali era uscita.
4) Risponde Stefano Fassina con una lettera al Corriere lamentando la "poca attenzione" del giornale alle proposte del partito. Ecco la lettera:
Caro direttore,

le scrivo come cittadino ed affezionato lettore del Corriere della Sera, prima che come dirigente del Partito Democratico. Il PD, il principale partito dell'opposizione, in vista della scadenza europea di fine Aprile, ha elaborato una sua versione del Programma Nazionale di Riforma per l'Italia. Il Pd ha organizzato a Roma, il 21 Marzo scorso, un incontro con i vertici nazionali di tutte le organizzazioni sindacali e delle associazioni di rappresentanza delle imprese per discuterlo e raccogliere suggerimenti. Al termine dell'incontro, abbiamo informato i media della nostra iniziativa e degli esiti positivi della discussione ed abbiamo distribuito la bozza del nostro PNR. La versione emendata sulla base della discussione del 21 Marzo è stata inviata il 24 Marzo dal Segretario Bersani al Ministro Tremonti chiedendo formalmente quello che dovrebbe essere scontato in un sistema democratico funzionante: una effettiva discussione parlamentare. Anche di questo passaggio abbiamo puntualmente informato i media. Ieri, contestualmente alla presentazione da parte del Presidente del Consiglio e del Ministro dell'Economia del PNR predisposto dal governo, il Segretario Bersani, in una conferenza stampa ad hoc, ha illustrato ai media il PNR del Pd. Vengo al punto della mia lettera: il Corriere, a differenza di tanti altri quotidiani, non ha mai, mai, dato alcuna notizia in merito, neanche una riga, neanche ieri pur dedicando due pagine al PNR del Governo. Di fronte a tale situazione, non le chiedo di recuperare le, credo non accidentali, omissioni. Le chiedo la cortesia di informare i suoi editorialisti di evitare lo stanco ritornello del Pd privo di progetto, di Pd impegnato soltanto nell'anti-berlusconismo, di opposizione assente e priva di idee. L'anti-politica ha già tante frecce vere al suo arco.
Un cordiale saluto, Stefano Fassina, responsabile economia e lavoro Pd
5) Ferruccio De Bortoli risponde:
Caro Fassina, le vostre proposte sono così innovative che passano inosservate. E lei sa che il Corriere è aperto a ogni vostro contributo. Anche il più inutile. E' accaduto spesso.
Io trovo questa risposta veramente offensiva. Non mi sembra che Fassina sia stato offensivo. Il PD sarà quello che sarà, ma rispondere così significa offendere gratuitamente le persone. Analizziamo la risposta insieme:

- "Le vostre proposte sono così innovative che passano inosservate" (sarà mica una presa per i fondelli?)
- "E lei sa che il Corriere è aperto ad ogni vosto contributo. Anche il più inutile" (quindi il PD propone cose inutili, a volte anche incredibilmente inutili)
- "E' accaduto spesso" (che abbiano proposto cose inutili? probabilmente è vero, ma messa così non è una risposta simpatica. Oppure è accaduto spesso che il corriere fosse aperto alle proposte del PD? Davvero, non me ne ero accorto)

Comunque, in effetti la richiesta di Fassina non era di una maggior attenzione, ma quella di informare almeno i propri editorialisti. Seee, bum! sempre nonèunacosaseria ci informa che Ostellino oggi ha rivomitato il solito editoriale, in cui dice "l'opposizione sa solo dire di no". Sembra di sentire SB.

Sapete che non sono mai stato tenero con il PD e con la sinistra italiana. E' la mia parte politica, ci tengo che sia in forma, e se non lo è la critico. Però, insulti gratis no.

2 commenti:

  1. È il prestigioso terzismo all'italiana. Sul bandwagon dei vincitori senza neanche la ghigna di farlo esplicitamente.
    Del resto così è molto più efficace.

    RispondiElimina
  2. Verissimo: questi sono i trappoloni per i lettori dei giornali, mediamente più informati e acculturati. Al resto della popolazione ci pensa il Tg1 e SB in persona.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.