lunedì 3 gennaio 2011

Numeri

Oggi sono scocciato. Ho preso una specie di influenza loffia, naso chiuso e malditesta ma niente febbre, e non ho voglia di fare niente. Quindi stasera, mentre vedevo la storia di Meucci con un occhio, ho letto questa notizia: Il fabbisogno statale sta diminuendo. Era ora, in effetti. E tutti i Tg pompano la notizia.

Allora sono andato sul sito del ministero e mi sono scaricato un po' di numeri, e ho fatto un grafico (dato che non avevo molta voglia, l'ho fatto "in background" e potrei aver riportato male qualche numero, nel caso correggetemi). Eccolo.

Diciamo che è meglio che 'sto fabbisogno sia basso (almeno a sentire tutti i comunicati del MEF, di tutti i governi, che esultano se scende, e tacciono se sale). Tra l'altro, nel comunicato del 2 gennaio 2009 manca il dato consuntivo del 2007 (barre arancione). Forse il nostro Giulio si vergognava a far vedere che il dato era praticamente raddoppiato. E lo stesso l'anno successivo. Colpa di Padoa Schioppa, sicuramente. E siamo sicuri che anche la performance dal 2001 al 2005 (da 25 a 60 mld di euro) sia dovuta ai governi precedenti, all'11 settembre, etc.

Comunque, diciamo che l'anno scorso si è avuto un bel picco e finalmente quest'anno siamo scesi, ma non ancora al livello del 31 dic 2008. Lo so che questo è solo il fabbisogno, una cosa dinamica, piuttosto incasinata da calcolare. Però, fa un po' effetto ragionare su questi numeri e contemporaneamente sui sacrifici che qualcuno di noi dovrà fare nel futuro per merito di Tremonti. Vediamo come andrà l'anno prossimo, quando molte delle "riforme" (ad esempio quella sulla scuola) andranno definitivamente a regime...

(PS, ecco anche il debito pubblico, sempre dal sito del ministero, aggiornato al dicembre 2009).


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.