giovedì 13 gennaio 2011

Andare oltre

Ma se Bersani e il PD vogliono andare oltre Berlusconi, la prima cosa da fare è ignorare i problemi "Berlusconi" e "elezioni" e "primarie" e pensare a cosa cacchio è 'sto PD.

Dicono: "non è vero, le proposte le abbiamo". Ah, lo so, ne avete anche troppe di proposte, anzi ogni componente della direzione ne ha molte di proposte, peccato siano tutte in conflitto fra loro.

  • Questioni etiche, diritto alla vita, testamento biologico, PACS, DICO, e compagnia cantando? Non se ne può parlare se no gli ex margheriti se ne vanno. Ah, va beh. 
  • Questione FIAT? Se fossi operaio voterei sì, ma se non lo fossi voterei no. Posizione molto chiara.
  • Questione contratti di lavoro precarietà, e compagnia bella? Boh, c'è Ichino che dice delle cose, ma chissà che ne pensano gli altri (niente probabilmente, non sanno che dire). 
  • Questione Università? Lasciamo perdere, va, che è meglio. 
  • Tassazione, economia? Boh, avanti in ordine sparso. 
  • Legge elettorale? Ecco una posizione ufficiale e unitaria finalmente! Che cambierà al primo colpo di vento (doppio turno, turno singolo alla tedesca, alla spagnola, alla portoghese... ) (ma tanto a chi è che gliene frega qualcosa? A D'Alema. Ah.)
  • Primarie? Un macello. 

E allora, se non avete niente da dire, perché cavolo volete allearvi con chicchessia? Per fare cosa? Il voto al buio non ve lo do, come è successo l'ultima volta che poi Veltroni ha fatto casino. Io a votare sotto il ricatto dell'emergenza democratica non ci sto!

Io non vi do proprio niente. Perlomeno finché non mi spiegate chiaramente e in maniera convincente perché il PD appoggia Raffaele Lombardo in Sicilia. E sospetto che quello che avrete da dirmi non mi piacerà proprio per niente.

1 commento:

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.