sabato 30 ottobre 2010

Retromarcia

Vi avevo già detto che il bando FIRB aveva dei requisito un tantino restrittivi, e che le lamentele erano state piuttosto vibranti. Adesso, cambiano in corsa le regole per il FIRB, come annunciato dall'Ing. Massulli per le vie brevi, trovate il decreto qui:
a) Linea d'intervento 1: a dottori di ricerca italiani o comunitari, non  strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, i consorzi interuniversitari, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR, che non abbiano già compiuto il 33° anno di età alla data del 23 novembre 2010, e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca  da almeno  2 anni;
b) Linea d'intervento 2: a dottori di ricerca italiani o comunitari, non  strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, i consorzi interuniversitari, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR,  che non abbiano già compiuto il 36° anno di età alla data del 23 novembre 2010, e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca  da almeno  4 anni;
In pratica hanno allargato un pochino i requisiti: nella linea a) si passa da 32 a 33 anni; nella linea b) si passa da 6 anni dal dottorato, a 4 anni dal dottorato.
Per me l'idea di fondo di porre limiti è sempre sbagliata in linea teorica, ma capisco che ci sono problemi pratici e mi accontento. Inoltre, do atto all'Ing. Massulli di aver saputo ritornare sui suoi passi, cosa non scontata di questi tempi.

2 commenti:

  1. in Canada le discriminazioni per età sono vietate, tanto che sul curriculum vitae non si mette la data di nascita.

    RispondiElimina
  2. Non stento a crederlo.

    In Italia lo hanno fatto non per discriminare, ma per ridurre la quantità di domande. L'hanno scorso furono eccessivamente numerose, con notevole impegno di denaro e di tempo per fare la revisione, e con risultati assolutamente casuali.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.