lunedì 21 dicembre 2009

Aridaglie

(post aggiornato dopo la pubblicazione)

Avevo appena lodato il silenzio di Bersani, e auspicato che questo avrebbe aiutato il PD a diventare un partito, e non un'accozzaglia litigiosa di primedonne. E che mi fa baffino? Mi esce con una dichiarazione in cui usa la parola "inciucio".

Oh, non fraintendetemi: le riforme devono essere condivise. Ma l'approccio "ufficiale" del PD, se non sbaglio, dovrebbe essere che le riforme si fanno e si discutono in parlamento, non in baite montane. In parlamento, cioe' in pubblico, senza equivoci patti preventivi. In particolare, senza sconti sulle leggi ad personam. Poi si sa che la politica e' anche molto "dietro le quinte". Ma a che pro parlare di "inciuci" in questo momento, e soprattutto prima delle regionali? Per dare altro carburante a Di Pietro? (come se ce ne fosse bisogno).

Massimo D'Alema si sente una persona molto intelligente, un fine stratega politico. A me invece sembra solo uno sbruffone, che negli ultimi 15 anni ne ha azzeccate veramente poche, a cominciare dalla famosa bicamerale. Eppure le persone lo votano, e molti da questa parte lo apprezzano (ma per fortuna sempre di meno). Perche' dobbiamo tirarci dietro sempre persone cosi'?

Una battuta cattiva: ecco perche' alla fine non l'hanno mandato in Europa, faceva piu' comodo in Italia.

Update:
Bersani da la linea ufficiale del PD.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.