venerdì 13 novembre 2009

La linea sulla sabbia

Mi unisco all'appello di NfA.

Se passa questa legge, è la fine dello stato di diritto in Italia.

Accellerare i processi è un fine sacrosanto. Ma questa legge non accellera i processi. Per fare una metafora, è come se la giustizia italiana corresse una gara di formula 1 con una cinquecento. Chiaramente arriva sempre tardissimo, quando non finisce la benzina prima (prescrizione). E' un bel problema, me ne rendo conto. E questo governo cosa propone? cambiare macchina, o almeno motore, spinterogeno, marmitta, qualche bullone? No! Propone di mettere meno benzina (per non sprecarla!).

Dalla relazione accompagnatoria del disegno di legge:

Peraltro, il processo penale, oltre ad essere irragionevolmente lungo, è anche in molti casi privo di reale sostanza, come dimostra il numero sempre maggiore di reati dichiarati estinti per prescrizione. Ciò significa che l’organizzazione giudiziaria occupa una parte delle proprie risorse per celebrare processi privi di reale utilità, generando sfiducia nella certezza della pena e indebolendo la capacità della norma penale di operare come un deterrente.

In tale contesto, si colloca il meccanismo di estinzione del processo, espressione di una moderna sensibilità giuridica e destinato ad attuare il principio della «durata ragionevole» nel processo penale.

Come è possibile scrivere queste cose senza coprirsi di ridicolo? Come è possibile che persone intelligenti (ce ne sarà pure qualcuna nel PdL) accettino questi scempi del nostro ordinamento giuridico?

E allora, meglio, mille volte meglio una legge costituzionale che renda SB immune e impunito per sempre!

Mi rivolgo a quelli che votano a destra (perché io più di tanto non posso fare, come ben si sa sono stato targato come un comunista): protestate, protestate, protestate!

2 commenti:

  1. Per salvare Silvio faranno questo e altro. E hanno dalla loro la TV, la chiesa e tutti gli aspiranti berluscotti. Non riusciremo a fermarli, purtroppo.

    RispondiElimina
  2. No, perché è proprio questa la loro strategia: prima spaventarci minacciando di affondare 200 000 processi. poi così quando arriva una cosa tipo il dolo Alfano ci sentiamo quasi sollevati e lo accettiamo.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.