lunedì 7 settembre 2009

Meritocrazia - continua...

A fine luglio, il min. Gelmini esce in pompa magna sulla stampa annunciando che il 7% dell'FFO sarà distribuito in base a criteri meritocratici, ed esce anche una classifica fra le Università, con buoni e cattivi. Gran risalto sulla stampa, immediato dibattito epocale (della durata di 2 giorni scarsini), poi si passa ad altro (escort soprattutto). Io pazientemente aspetto che esca il decreto guardando qui. Ad oggi, dopo un mese e mezzo, il decreto non è ancora uscito (stiamo parlando del FFO di quest’anno 2009, anno che oramai sta volgendo al termine), e finalmente ho capito il perché: il ministero ha scoperto che molti dei dati su cui era stata compilata la graduatoria erano... sbagliati! I Rettori avranno tempo fino al 14 settembre per fornire correzioni. Quindi, verrà rifatta la classifica, e finalmente emanato il decreto e assegnati i soldi.

Probabilmente la classifica non varierà di molto. In ogni caso: non si poteva controllare meglio prima di uscire con la fanfara della conferenza stampa ed evitare figurette? Comunque, già si sa che moltissime Università non potranno chiudere i bilanci il prossimo anno causa i tagli previsti dalla legge 1/2009. Quindi aspettatevi:

- gran stracciamento di vesti da parte dei rettori con l'approssimarsi della fine dell'anno e della legge finanziaria;

- scioperi dei precari a cui non verranno pagate le lezioni;

- e poi il ministero che dovrà metterci una pezza in qualche modo e coprire i buchi (che non si può mica far fallire un ente pubblico).

Alla prossima puntata della telenovela!

1 commento:

  1. Quando si scelgono i ministri in base alla misura del reggiseno questo è il minimo che può capitare.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.