martedì 7 luglio 2009

Italiani si nasce

Il mio caro amico R.S. è argentino e vive in Argentina. Anche lui è professore all'università, anche lui in ingegneria informatica. Ogni tanto viene in Italia a trovarmi, di solito approfitta di qualche conferenza. Una volta è rimasto alcuni mesi.

R. è argentino, e come molti argentini ha un bisnonno italiano. Quindi, ha il passaporto italiano. Il che gli risparmia non pochi guai quando deve viaggiare in europa. I suoi due figli piccoli hanno il passaporto, naturalmente. Sua moglie avrà il passaporto fra poco, quando avranno sbrigato le pratiche per la registrazione della loro unione presso un comune italiano. Anche se lei non ha sangue italiano.

Qualche settimana fa, R. ha votato per il referendum. Gli è puntualmente arrivata la scheda a casa, con le istruzioni. Dato che non aveva idea di come fare, mi ha chiesto papale papale cosa avrebbe dovuto votare.

E invece: figli di immigrati che vivono in Italia da tempo non hanno la possibilità di essere italiani se non dopo tanti e tanti sforzi. Eh, non hanno "sangue" italiano. Il nostro paese, così generoso con i bisnipoti degli immigrati, che dell'Italia non sanno niente, nemmeno la lingua, è invece estremamente duro con chi in Italia ci vive, ci lavora e ci paga le tasse da decenni, e magari viene a farci anche i figli. Pagano le tasse, ma non possono votare.

Vi sembra giusto?

Da NfA:
Ho raccontato questa storia a un collega californiano che ha commentato: "that's why Italy is backward." Dovrei offendermi? Fascismo, xenofobia e leggi razziali nostrane maturarono infatti, allora, in un paese culturalmente ed economicamente arretrato. Oggi questo governo non perde occasione per rappresentare al meglio questo medesimo stato di cose. Verosimilmente con i medesimi e deleteri effetti.
(PS: grazie a Weissbach per la segnalazione!)

3 commenti:

  1. www.fabristol.wordpress.com/2009/06/11/le-mie-europee-da-scrutatore

    RispondiElimina
  2. Non puoi prendertela. Il tuo collega californiano ha ragione. Tutto qui.

    RispondiElimina
  3. @fabristol: grazie per il link, mi ero perso il tuo post (ultimamente non riesco proprio a star dietro ai miei feed...)
    @sam: non me la prendo. Dovessi prendermela per tutte le cose che non vanno in italia, sarei già consumato dal dispiacere!

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.