venerdì 19 settembre 2008

Da lontano

Sono a Santander, all'Universidad de Cantabria, per un project meeting. Bel posto, davvero, ve lo consiglio. Ci sono voli Ryan Air da Milano e da Roma. Per venire qui ho naturalmente evitato Alitalia, come faccio da 2 anni a questa parte.

View Larger Map
Da lontano, la vicenda Alitalia assume toni farseschi oltre ogni misura. Volevo però dire che sono contento che finisca così. Leggendo la cerchia di blog che leggo di solito, sono tutti furiosi con il sindacato, con i piloti e con gli altri dipendenti Alitalia perché non hanno accettato il ricatto CAI.

Io invece, per una volta sono molto contento. Finalmente si prospetta l'unica soluzione corretta: dopo la rinuncia di Air France, l'unica via di uscita pulita era e rimane il fallimento. Forzare le regole fino al punto al quale era arrivato l'attuale governo al solo scopo di preservare "l'italianità" era pura follia (o se preferite, una truffa). Anche perché era noto a chiunque che appena possibile la CAI avrebbe venduto allo straniero. E quindi, di quale italianità stiamo parlando?

Che fallisca dunque, e senza rimpianti. I piloti e gli altri dipendenti troveranno molto presto un altro lavoro presso altre compagnie aeere che rimpiazzeranno Alitalia. E speriamo di avere finalmente un servizio più decente (io tifo per Lufthansa).

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.