martedì 8 aprile 2008

Ultimi giorni

Domani vado a Tampere (qui) per lavoro. Ritornerò venerdì sera. Farà un po' freddino (temperature nell'intervallo [-2, 4]), ma per fortuna mi perderò gli ultimi giorni di campagna elettorale, una delle peggiori che io ricordi. Mi perderò gli ultimi rantoli di Bossi, le fregnacce di Walter, l'insostenibile leggerezza di Casini, l'insostenibile pesantezza di Bertinotti. Ma soprattutto, mi perderò il colpo di scena finale di Silvio, il botto finale, che chiuderà la campagna elettorare venerdì sera da Mentana (volete scommettere?).

Mi sento già meglio.

Prima di andare, però, alcuni commenti en-passant. Alcuni blogger (soprattutto di destra) hanno bollato questa campagna elettorale come "noiosa". Ora, come si possa accostare l'aggettivo "noiosa" al sostantivo "campagna elettorale", sinceramente, non lo so. Si può dire "noiosa" di una partita di calcio o di un GP di F1. Si può dire "noioso" di un film, o di un varietà. Ma una campagna elettorale? via, non può essere noiosa. Cosa avrebbe potuto renderla più vivace e avvincente? proviamo a buttarla lì:
  • Più insulti. Berlusconi che si mette a insultare uno per uno tutti i candidati premi, affibiando a ognuno di essi nomignoli da caserma. Mmm, già fatto, già visto, non funziona, noioso;
  • Meno insulti, Berlusconi che si mette a lodare gli avversari, in un clima di rispetto e lealtà. Sarebbe un bel colpo di scena, ma poco attraente, la gente si addormenterebbe subito;
  • Un bel colpo di stato prima delle elezioni. Probabilmente elettrizzante, ma forse un po esagerato;
  • Parlare di programmi e del futuro dell'Italia. No, troppo difficile, e poi soporifero.
  • Una serata del Grande Fratello con i politici, al posto del confronto all'americana. Con giochi di abilità e domande a bruciapelo. Farebbe un'audience da sballo, ma i politici potrebbero non accettare.
  • Cambiare tutti i candidati premier, mettendo gente nuova (ma nuova veramente!), con idee nuove, con idee buone per il futuro. Mah, troppo rischioso, chi lascia la strada vecchia per la nuova...
Forse la risposta vera è che una campagna elettorale non dovrebbe essere "noiosa" o "avvincente". Una campagna elettorale dovrebbe essere prima di tutto una cosa "seria". Da 15 anni, i nostri politici ci intrattengono tutti i giorni con campagne elettorali al cardiopalma, ogni giorno a chi la spara più grossa, a chi tira di più la corda, senza accorgersi che la corda si è già spezzata da tempo. Altri 5 anni di questa solfa? Bossi che minaccia invasioni a giorni alterni? Tremonti con i suoi condoni e i suoi dazi? Calderoli con le sue magliette? Bondi-Schifani-Bonaiuti con le loro contro-dichiarazioni? No, non so se reggo stavolta.

3 commenti:

  1. Ciao, hai proprio ragione, la situazione è disperata. Altro che noiosa, secondo me sta campagna elettorale è un escalation di cazzate. Mortificante più che noiosa.

    ps: ti informo che ho aggiunto un link al tuo blog nel mio. Spero non ti dispiaccia.

    RispondiElimina
  2. ciao e grazie per la segnalazione, ricambio subito!
    (sono a un pallosissimo meeting, per fortuna hanno il wireless)

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.