martedì 27 novembre 2007

Brividi

Il governo svizzero cerca di scoraggiare l'immigrazione clandestina con degli spot. Sarà, ma a me vengono i brividi. Qualche tempo fa scrivevo in un mio commento a un post di Malvino: "quando le persone perbene cominciano a fare certi discorsi, c'è da preoccuparsi.". Da parte mia, gli svizzeri mi sono sempre stati antipatici.

6 commenti:

  1. Il link del video su Youtube:
    http://www.youtube.com/watch?v=AJa8k1FDPeI

    Consoliamoci: meglio gli spot dei campi di concentramento...

    RispondiElimina
  2. Due cose mi hanno fatto pensare: a) l'uso del mezzo pubblicitario
    b) il fatto che secondo un sondaggio molti (dovrei dire la maggioranza?) dei cittadini svizzeri hanno apprezzato l'iniziativa.

    Che ci riserverà il prossimo secolo?

    RispondiElimina
  3. Non voglio fare l'avvocato degli svizzeri, ma:
    a) il mezzo è il più civile e occidentale che c'è: meglio uno spot idiota che un campo di concentramento (meglio ancora una seria politica di aiuto, ma non si può avere tutto);
    b) alle ultime votazioni in Svizzera ha vinto il partito populista e xenofobo dell'UDC, ma questo non significa che tutti gli svizzeri siano xenofobi...

    RispondiElimina
  4. C'entra fino a mezzogiorno, ma intanto
    gli USA aumentano i loro controlli.

    RispondiElimina
  5. ...e comunque gli svizzeri non prendono parte neanche a una barzelletta!

    RispondiElimina
  6. @Weissbach -> ... e le impronte dei piedi, no? Da quando prendono le impronte digitali, non partecipo più a conferenze negli USA. Spero di poter continuare a evitare le mie visite in quel paese per un po.

    Mi dispiace un casino (perdo partecipazioni ad importanti conferenze e workshop), ma e' l'unica maniera civile che ho per contestare tali iniziative!

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.