venerdì 12 ottobre 2007

Eureka!

Forse finalmente ho capito a che serve questo PD. Sono lentissimo, lo so. Io lì a pensare concentrato e inebetito: "a che serve 'sto PD"? Non mi passava manco per l'anticamera del cervello di bermi le panzane che mi dicevano loro (i vari D'Alema, Fassino, Prodi, che guarda caso si tengono nell'ombra, fanno i Richelieu della situazione).

Analizziamo un attimo la realtà dei fatti. DS e Margherita fanno a botte da 10 anni circa. A ogni elezione è un macello. Margherita contro DS e viceversa a chi faceva il dispetto più grosso. Tutti dentro l'Ulivo alla Camera, liste separate al Senato (o viceversa, non ricordo). Nei consigli comunali, baruffe continue. Alla regione, non ne parliamo. Caos completo.

Allora gli strateghi (perché il PD c'ha degli ottimi strateghi) hanno pensato: invece di litigare in pubblico, litighiamo ai congressi. Facciamo un grande partito in cui stiamo dentro tutti. Facciamo pure le correnti, ma almeno il segretario e il presidente siano unici. Meglio "interiorizzare il confronto". I panni sporchi laviamoli fra noi, ma una volta fatto 'sto confronto, poi sia uno solo quello che comanda.

Non ci crederete mai su come ci sono arrivato. Stasera, mentre guardavo la TV, passo 60 secondi (non di più, giuro), su Giuliano Ferrara. Il quale stava facendo una domanda sul PD a Macaluso: gli chiedeva cos'è che non gli andava giù del PD dato che Margherita e DS in fondo negli ultimi anni sono andati così bene a braccetto (con un bel sorrisino sfottente stampato sul faccione). Non ho sentito la risposta di Macaluso, non mi interessava più, mi si era già accesa la lampadina... anche Ferrara può servire a qualcosa!

E poi, lo dicono anche loro del PD, continuamente, a chi glielo chiede: "Come mai quando tutti si dividono, e nascono partiti come funghi, voi vi unite?". Risposta immancabile: "per semplificare il quadro politico, per fungere da polo di attrazione" (cioè, per comandare meglio a sinistra).

Cicco: "E gli ideali? e i punti di riferimento comuni? e il pantheon?"
Censo: "Ma chissenefrega, quelli verranno, verranno dopo con calma, no? I nostri intellettuali elaboreranno qualcosa."
Cicco: "Ma la laicità dello stato? il rapporto con la Chiesa?"
Censo: "Lascia perdere, non portare a galla tematiche controverse. Già è difficile così... e poi tanto i vescovi comandano comunque, è inutile stare a menarla troppo."
Cicco: "Si, però adesso che facciamo?"
Censo: "Andiamo a votare alla primarie, no? Non vorrai mica fare fallire questo evento mediatico! La fusione fredda diventa realtà!"
Cicco: "Pensandoci bene, non è poi un'idea così malvagia... meno litigi in pubblico... una dichiarazione in meno nei TG... un solo rappresentante a Porta a Porta (forse)... risparmio sui manifesti elettorali... mi piace quasi!"

2 commenti:

  1. ecco, appunto, spero che quel 'quasi' ti tenga a casa domani

    RispondiElimina
  2. no, vado dai suoceri a livorno. L'euro mi serve tutto per la benzina (anzi per il gas). :)

    Ma non perderci troppo tempo sul PD. Non ancora. Ci sarà tempo dopo per darsi da fare...

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.