sabato 24 marzo 2012

La passeggiata

Stamattina, dopo aver accompagnato E. a scuola, siamo andati a comprare le verdure al "mercato contadino" di Pisa. Siamo arrivati tardi (lì se arrivi alle 8.15 c'è già la fila), ma qualcosa abbiamo trovato.

Poi una bella passeggiata dietro casa con M. che si è portata i pattini e ha provato a reimparare dopo l'inverno che non li aveva mai usati. I bambini fanno in frettissima, e lei dopo appena 3 cadute era diventata di nuovo bravissima.

Siamo andati all'SMS (San Michele degli Scalzi), dove abbiamo trovato questa mostra che vi segnalo:


Non siamo entrati, perché preferisco aspettare di portarci anche E. che potrebbe apprezzare. Comunque, la mostra è gratuita, e come vedete è aperta fino al 3 maggio, quindi se vi piace la matematica potreste farci un salto. Inoltre, vi faccio presente che sempre a Pisa al Palazzo Blu c'è quest'altra bella mostra:


E' piccolina, ma anche questa gratuita, e se avete un bambino in età da scuola elementare o media, vale la pena portarcelo. Io ho portato i miei e si sono divertiti un mucchio!

Tornando ad oggi, l'SMS è disseminato di opere d'arte pop un po' particolari. Per esempio, sul marciapiede ad un certo punto si trova questo:


ma che è? presto detto, perché sul muretto proprio di fronte al manufatto si trova questo:





Ho capito bene? Questa Simona da Pozzo si è portata a spalla un pezzo d'asfalto da Mosca? Accidenti! Dai, andate a fare anche voi una visita sul suo blog. Confermo comunque che io di arte contemporanea non ci capisco niente.

Invece questo lo trovo carino, anche se di poco valore artistico:


Un tombino (già rotto e con cicca di sigaretta) con i punti cardinali "pisani".

Infine, visione di insieme del luogo: quello che si può vedere:
 

e quello che non si dovrebbe vedere:


Eh già, perché hanno inaugurato il posto ormai tanto tempo fa quando non era ancora terminato, e da allora di lavori non se ne sono più visti, e quindi una parte dell'edificio è ancora combinata così.

Non riesco a capacitarmi del perché in Italia non si riesca mai a combinare niente di decente fino in fondo. Alla fine ti viene sempre da dire: "che peccato!"

(scusate la bassa qualità delle foto con cellulare, non ho mica l'aifon io!)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi cercate di mantenere una certa etichetta nell'esprimere le vostre idee. Essendo questo il mio blog, sappiate che cancellerò i commenti che reputo non opportuni a mio insindacabile giudizio.