sabato 31 marzo 2012

A Parigi

Ieri sono arrivato a Parigi. Stamattina ho fatto delle commissioni, e lunedì prendo servizio a ENS.

Questo pomeriggio quelli di Science Accueil hanno organizzato una visita turistica guidata dei ponti di Parigi, esclusivamente per noi ricercatori stranieri a Parigi. Mi sono unito al gruppo, e ho imparato tante cose su Parigi che probabilmente molti parigini non conoscono affatto.

Per inciso: Science Accueil è un istituto che si occupa di aiutare i ricercatori stranieri a sistemarsi a Parigi e nell'Ile de France: aiuta nella ricerca della casa, nella preparazione dei documenti, nell'apertura di un conto in banca, organizza corsi di lingua, momenti di incontro e socializzazione, visite culturali (come quella di oggi) e così via. Un servizio fantastico! Probabilmente, i ricercatori stranieri in Italia se lo sognano di notte.

La visita cominciava da Pont des Arts, che è ridotto così:
Con tutto il rispetto per i lettori di romanzi di Moccia, e in particolare per quelli di "trois mètres au-dessus du ciel", lasciatemi dire che sono peggiori della grandine, perché vedere un ponte come questo, il ponte degli artisti e degli innamorati combinato così fa proprio senso. Moccia, ma non avevi altro da fare nella vita?

Per fortuna da lontano si nota meno:
Niente, poi il giro è stato lungo e non vi sto a rompere i maroni con tutti i dettagli. Vi lascio qualche foto riassuntiva. Le piene della Senna:
Le maschere di Pont Neuf:
Verso Notre Dame:
Il Petit Pont (il primo ad essere costruito dai Celti, e naturalmente ricostruito minimo un centinaio di volte):
 E infine Notre Dame dalla riva della Senna:
Un'ultima cosa: Sarkozy non è molto amato da una buona parte dei Parigini:
Domani, se mi riesce vado a vedere quello che probabilmente è uno dei miei musei parigini preferiti (indovinate quale).

5 commenti:

  1. Davvero è opera di Moccia?

    (Il Palais de la Decouverte?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in realtà anche un altro ponte, altro che! Ben due ponti di parigi sono messi peggio di ponte Milvio. Se non è opera sua questa...

      Elimina
  2. Al Conservatorio Nazionale di Arti e Mestieri a vedere il Pendolo di Foucault!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, hai indovinato! Però poi alla fine non ci sono andato: mi sono buttato sul museo Carnavalet (museo della storia della città di Parigi), e il conservatorio me lo sono riservato per un'altra volta! :)

      Elimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.