mercoledì 22 settembre 2010

Siamo alla frutta

Se qualcuno comincia a mettere in giro che Profumo potrebbe essere il candidato premier del PD, allora vuol dire che in questo paese non c'è rimasto più niente, terra bruciata ovunque. Quindi, che vi devo dire, leggetevi questo, va
Chi fa così, al contrario di quanto dicono alcuni, non è un giornale-partito: un giornale-partito almeno si sostituirebbe a un partito e costruirebbe qualcosa, lancerebbe candidati che poi è in grado di sostenere, cambierebbe le cose, otterrebbe degli obiettivi da partito. Questo sistema invece ottiene solo obiettivi da giornale: riempire pagine, far discutere un ventesimo del paese sotto l’ombrellone o alla buvette, e demolire partiti, paese e tutto quanto a forza di fuffa. Nessun leader è mai uscito da lì.


Se invece siete più radicali, allora questo:
Vittima? Uomo di sinistra schiacciato dai poteri forti? Banchiere moderno, indipendente e scomodo? O avventuriero a spese nostre? La risposta forse sta nell'indagine in corso della Magistratura milanese sui derivati.

Repubblica, fammi il piacere, dilla tutta. Giannini, riguardati le puntate di Report.


Insomma, non è che La Repubblica ne abbia azzeccate tante ultimamente, sapete?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.