mercoledì 8 settembre 2010

Improvvisazione

Sto aspettando una cosa, e non ho voglia di cominciare un lavoro quando so che interromperò tra pochi minuti. E allora post breve, sulla politica (l'argomento più leggero che mi viene in mente per un post). Anzi, note sparse.

1) Berlusconi sta improvvisando, non sa più che fare per togliersi di mezzo Fini. Finora gli sono andate tutte in buca. Quindi, ogni giorno ne spare una nuova, pronto a rimangiarsela dopo poco. Si va a elezioni. Anzi no. I 5 punti da votare assolutamente, prendere o lasciare. Anzi, uno dei 5 lo lascio cadere. Siete i benvenuti. Anzi, vi butto fuori tutti. Vado da Napolitano. Anzi no. Insomma, improvvisa.

2) Ieri La Russa ha detto che Fini non è più super partes, quindi non può fare il presidente della camera. E i ministri di FLI? Quelli invece possono restare nel governo, se vogliono. Mah.

3) Ma poi perché buttano fuori Fini? Non ci sono stati atti parlamentari ostili, a parte la vicenda tutta interna della legge sulle intercettazioni. Che poi a quanto pare è la vera goccia che ha fatto traboccare il vaso. Come al solito, tutto si gioca sugli interessi giudiziari di Berlusconi.

4) Al netto di tutte le dichiarazioni ostili, non ci sono stati voti contrari, e Fini dice ad ogni pié sospinto di voler sostenere il governo. Quindi, non ci sono scuse vere per buttarlo fuori e far cadere il governo, a parte l'antipatia personale fra i due. Ma è giusto far cadere un governo e gettare un paese nel caos per antipatia?

5) Minzolini ieri sera ha passato definitivamente il segno. Che è un giornalista quello lì? E' un politico, vada in parlamento a rompere.

Bon, adesso basta che la cosa che aspettavo è arrivata. Alla prossima.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.