mercoledì 19 maggio 2010

Se volete sapere...

... come si diventa professori universitari in Italia, leggere qua. Da parte mia, che volete che vi dica? Che confermo tutto.

4 commenti:

  1. Premetto di non aver ancora letto il post da te indicato, ma vorrei fare un piccolo sfogo con te:

    nella mia università gli assistenti, i ricercatori non erano i più bravi, quelli che facevano esperienze all'estero, quelli che pubblicavano, ma i cuccioli dei baroni. Gente nata e cresciuta all'ombra del potente barone, mai uscita dalle porte dell'ateneo. Ora, Giuseppe: perché pensare che un ricambio generazionale potrebbe cambiare le cose, se le piante sono nate da tali semi?

    L'Università cambierà solo quando davvero, davvero, davvero le scelte avverranno sulla base (certificabile e certificata) dei meriti.

    Nella stessa università, un'amica in attesa di concorso mi segnalava con tristezza che tutto era valutato senza criteri precisi. Passerà la persona che vorranno far passare a partire da bandi fumosi che tutto permettono.

    RispondiElimina
  2. Sfogati pure caro sam, ma poi vatti a leggere il link!

    L'Università (e la scuola, e il pubblico impiego, e la politica) cambierà davvero quando cambieranno gli italiani. Quindi, mettiamoci il cuore in pace per un bel po' di generazioni.

    RispondiElimina
  3. Letto.
    E ho ancora più schifo.

    (concordo sul tuo ragionamento sugli italiani)

    RispondiElimina
  4. Che schifo. Che schifo. Che schifo.
    Tutto questo è anche uno dei motivi per cui sono adnato via.

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.