giovedì 21 gennaio 2010

Se è uno scherzo non fa ridere

Ho ricevuto, come tutti i miei colleghi, la seguente comunicazione da parte dell'amministrazione:

invio in allegato una nota protocollata con la quale si comunica la nuova procedura da seguire per rendere efficaci le collaborazioni con la Scuola attraverso il controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti sui contratti di lavoro autonomo, occasionali o di collaborazione coordinata e continuativa.

Purtroppo la nuova procedura comporterà un significativo allungamento del processo di inserimento di nuovi collaboratori e pertanto ritengo che si dovrà introdurre una pianificazione dei fabbisogni più accurata rispetto ad oggi.
La nuova procedura significa che ogni proposta di contratto a collaboratori dovrà preventivamente essere approvata dalla Corte dei Conti, la quale ha 60 giorni di tempo per dare l'assenso, dopo di che vale il principio del silenzio-assenso.

Controllo preventivo di ogni contratto. 60 giorni.

Notare che questi 2 mesi si aggiungono ai tempi della normale procedura, che almeno per quanto riguarda le collaborazioni coordinate e continuative era la seguente:
  • Preparazione di un bando, che deve rimanere pubblicato per almeno 15 giorni
  • Valutazione comparativa e nomina del vincitore (altri 7, giorni minimo)
  • Stipula del contratto
Adesso si aggiunge il controllo preventivo: dopo la stipula, il contratto rimane sospeso fino alla pronuncia della Corte dei Conti.

Quindi, se voglio pagare un mio collaboratore di ricerca con fondi erogati dalla comunità europea, o dalla regione, o persino da un finanziamento conto-terzi da parte di un'azienda, adesso dovrò partire con almeno 3 mesi di anticipo.

Chi sono i miei collaboratori di ricerca? Ad esempio studenti neolaureati a cui chiedo di aiutarmi nello sviluppo di prototipi per progetti di ricerca finanziati (io li pago tutti, nessuno lavora gratis per me). Oppure post-doc a cui chiedo di seguire un progetto. Adesso, con questa procedurina agile-agile, dovrò rinunciare completamente allo strumento del co.co.co e bandire esclusivamente borse di studio, che per quelle non c'è bisogno di controllo preventivo (per ora).

Beh, grazie mille, caro il mio governo di liberali del menga, per rendere ogni giorno più facile il mio lavoro.

2 commenti:

  1. Penso che anche Andrea Pazienza, fosse ancora vivo, suggellerebbe per maggior sfregio un comunicato di questo genere usando il Comic Sans MS.

    RispondiElimina
  2. Buona idea, lo lascerò come suggerimento nell'apposito angolo della nostra Intranet!

    RispondiElimina

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.