sabato 21 febbraio 2009

Il libro delle facce - I

Non temete, non mi sono iscritto a Facebook, non ancora almeno.

Invece, cominciamo oggi a ragionare sulle "facce da PD". Lo scopo è cercare di capire perché la "gggente" non apprezza più questo gruppo dirigente, che tante soddisfazioni ci ha dato finora.

Oggi parleremo di Goffredo Bettini.

Goffredo Bettini, una vita nel PCI, poi PDS, poi DS, adesso PD. Consigliere comunale al comune di Roma, con WV organizza la festa del cinema di Roma. Sembra sia venuta bene, quindi WV decide di affidargli il delicatissimo compito di compilare le liste elettorali del PD alle ultime elezioni (tanto è più o meno la stessa cosa, no?). E lui mette dentro: il prefetto Achille Serra, qualche generale di corpo d'armata (che dichiara i gay inadatti all'esercito, ed è favorevole al nonnismo soft), Colannino Jr. (un imprenditore che si è fatto da solo, come suo padre), nonché l'odiatissimo Massimo Calearo. Insomma, gente notoriamente di sinistra.

Sembra sia il vero Richielieu della situazione: prima spalla di Veltroni, ora spalla di Franceschini.

Con tutta quella trippa, fa spesso delle discrete figure di merda.

Insomma, un tipo così, tutto "annamo", "daje", "volemose bbene", è certamente l'uomo giusto per raggiungere nel PD quell'unità tra cattolici e laici a cui tutti aspirano. Come fate a non apprezzare un tipo così? come fate a non votare PD con gente come Goffredo? Eh, eh??? ingrati.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.