venerdì 29 agosto 2008

Sconcezze d'agosto



Sulla vicenda Alitalia, a leggere gli articoli di chi ne capisce qualcosa di economia, sembra che il governo abbia davvero passato il segno. Per chi vuole farsi una cultura, ecco alcuni link:

  • l'articolo di Giavazzi sul Corriere. Tutto sommato, ancora benevolo nei confronti del governo.

  • L'articolo di Boeri su Repubblica. Come non essere d'accordo?

  • Gli economisti emigranti di Noise From Amerika sono parecchio nervosetti. Parecchio parecchio, come si può vedere dai commenti al post.

  • L'articolo de lavoce.info, il più professionale.



Su come reagisca la cosidetta opposizione, preferisco stendere un velo pietoso. Riporto solo un commento di Michele Boldrin, del suddetto Noise From Amerika, che dice:

Ho provato a fare il giro dell'arco parlamentare per vedere se ce n'è uno, anche solo uno che dica delle cose sensate su questa indegna faccenda. Ho trovato solo questo (IdV) che - inutili lamenti per i poveri 7000 "lavoratori" di AZ a parte: evidentemente non vola con loro - chiama le cose con quasi il loro nome. Da tutte le altre parti è un coro di scemate o, al più, di critiche pro domo loro.


Veramente vergognosi il PD e Veltroni che, per fare il simpatico, parla di "compagnia di bandierina". Ah ah, ridiamo tutti per favore, se no Ualter ci rimane male. D'altronde, Colannino oggi dalle colonne di Repubblica ci informa di essere di sinistra (sic), e che dovremmo tutti ringraziarlo per lo sforzo che sta facendo. Ed ecco una buona scusa per non votare mai più il PD.

Infine, vorrei cominciare una riflessione, con chi di voi la vuole fare, sul "metodo Berlusconi" per il governo del paese. Funziona così. Supponiamo Berlusconi, o qualcuno dei suoi, voglia fare qualcosa che scopre essere illegale. Oppure, che qualcuno della sua combriccola scopra improvvisamente che qualcosa che ha fatto nel passato è illegale. Illegale nel senso che le leggi vigenti lo vietano.

No problem, si cambia la legge, anche retroattivamente. Per decreto, scavalcando completamente parlamento e relative discussioni.

Ad esempio: la nuova Alitalia ingloberà Air One, ottenendo praticamente il monopolio sulla tratta Roma - Milano, la più redditizzia d'Italia. L'antitrust avrà sicuramente da ridire? No problem, si fa una legge per superare questo problemuccio. Vedi qui la relativa discussione.

Ma, mi si potrebbe rispondere: in fondo è questo il lavoro del legislatore, no? Cambiare le leggi. E se una legge non va bene bisogna cambiarla.

Giustissimo. E allora, cosa c'è che da tanto fastidio nel metodo Berlusconi? Cosa mi sfugge?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.