martedì 1 luglio 2008

Dov'è finito il futuro?

In realtà lo so benissimo che non è solo un problema italiano. Paolo Attivissimo ha scritto un bellissimo pezzo sull'argomento. Forse è dovuto alla crisi. O a un sistema economico che privilegia il "tutto e subito" piuttosto che la ricerca a lungo termine. In ogni caso, nessuno sembra più aver voglia di sognare visioni futuristiche. Asimov, dove sei?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti vengono gestiti tramite Disqus. Siete pregati di autentificarvi prima di commentare.